Biblioteca

Libri e musei sono nati entrambi come strumenti per trasmettere un sapere e per ampliare la conoscenza. Il Museo Tibaldo è nato non solo per esporre al pubblico pezzi affascinanti della storia della comunicazione, ma anche per mostrare quel singolare “oggetto” che è il libro, con le sue più segrete sfaccettature e il progressivo divenire nel tempo. Oggi la collezione si compone di oltre diciannovemila volumi, la maggior parte sul tema specifico del patrimonio esposto al Museo della comunicazione e il periodo considerato abbraccia oltre un secolo e mezzo di vita, da metà ottocento in poi. All’interno del Museo sono custoditi inoltre manifesti, locandine, riviste e stampe originali, pellicole di tutte le epoche dal cinema muto alle novità del cinemascope degli anni ’60. Il museo attraverso la biblioteca, ci guida in un viaggio attraverso la memoria, alla scoperta della storia, segreti e tecnologie di un’epoca ormai passata ma così affascinante.